FAQ BANDO PROGETTI

1. Quale è la data di approvazione del progetto dalla quale sono ammissibili le spese?

La data di approvazione del progetto coincide con la data di pubblicazione dell’elenco dei progetti finanziabili ed è il 07/06/2021.

Le spese che si possono contabilizzare sul contributo di Scena Unita sono ammissibili solamente a partire da questa data.

2. Abbiamo fatture e/o documentazione fiscalmente valida con data anteriore alla data di approvazione del progetto (07/06/2021). Possono essere inserite nel rendiconto?

SI. Gli importi di queste fatture e/o documentazione fiscalmente valida possono essere contabilizzati nel foglio “Spese coperte da altre risorse” inserito nell’Allegato 2 Modulo di Rendiconto.

Per queste spese non sarà necessario presentare le pezze giustificative trattandosi di un’autodichiarazione.

3. Abbiamo effettuato dei pagamenti con data anteriore alla data di approvazione del progetto (07/06/2021). Possono essere inseriti nel rendiconto?

SI. Gli importi di questi pagamenti possono essere contabilizzati nel foglio “Spese coperte da altre risorse” inserito nell’Allegato 2 Modulo di Rendiconto.

Per queste spese non sarà necessario presentare le pezze giustificative trattandosi di un’autodichiarazione.

4. Il nostro progetto termina a fine dicembre. Possiamo consegnare il rendiconto narrativo e finanziario del progetto entro fine marzo?

NO. La data limite entro la quale presentare la rendicontazione, indipendentemente dalla data di fine progetto, è il 31/12/2021.

L’articolo 3 dell’Accordo di concessione contributo a fondo perduto, infatti, riporta che “La rendicontazione narrativa e finanziaria del progetto (sia per la parte coperta con il contributo a fondo perduto, che per quella coperta da altre risorse) andrà consegnata a Cesvi entro massimo 90 giorni dalla conclusione del progetto e comunque non oltre il 31/12/2021.

5. Quali spese dobbiamo indicare nel foglio “Spese coperte da altre risorse” inserito nell’Allegato 2 Modulo di Rendiconto?

In questo foglio devono essere inserite tutte le spese che NON sono coperte dal contributo a fondo perduto di Scena Unita. Si tratta di un’autodichiarazione a norma di legge delle spese coperte da altre risorse, per le quali NON sono richieste le pezze giustificative.

In generale, per quanto riguarda la rendicontazione, si consiglia di attribuire al progetto Scena Unita le spese che più facilmente possono rispettare le richieste di rendicontazione previste nell’accordo di contributo di Scena unita.

6. Oltre al contributo a fondo perduto di Scena Unita abbiamo ottenuto altri finanziamenti. Dobbiamo allegare al rendiconto tutte le pezze giustificative anche per le spese che sono finanziate da altre risorse diverse dal contributo a fondo perduto di Scena Unita?

NO. Per queste spese non sarà necessario presentare le pezze giustificative. Basterà indicarne gli importi nel foglio “Spese coperte da altre risorse” inserito nell’Allegato 2 Modulo di Rendiconto.

Si tratta di un’autodichiarazione a norma di legge delle spese coperte da altre risorse.

7. Cosa si intende per “Non sono ritenute ammissibili le spese coperte dal presente bando e riconosciute già ad altre organizzazioni” come indicato all’articolo 5 dell’Accordo di concessione contributo a fondo perduto?

Con la frase “Non sono ritenute ammissibili spese coperta dal presente bando e riconosciute già ad altre organizzazioni” si intende che se due organizzazioni hanno, su due progetti distinti, un’attività in comune la spesa potrà essere riconosciuta solo ad una delle due organizzazioni.

8. Cosa si intende per “Non sono ritenute ammissibili le spese di progetto che siano state oggetto di altri contributi pubblici a fondo perduto concesso” come indicato all’articolo 5 dell’Accord di concessione di contributo a fondo perduto?

Con la frase “Non sono ritenute ammissibili le spese di progetto che siano state oggetto di altri contributi pubblici a fono perduto concesso” si intende che se l’organizzazione ha ricevuto altri finanziamenti a fondo perduto la stessa attività non potrà essere rendicontata simultaneamente su questi finanziamenti e sul contributo a fondo perduto di Scena Unita.
L’organizzazione deve quindi decidere su quali fondi rendicontare la spesa. Se la spesa è rendicontata su Scena Unita essa dovrà rispettare le regole di rendicontazione previste nell’Accordo di concessione contributo a fondo perduto. Se invece la spesa sarà rendicontata su altre risorse per queste spese non sarà necessario presentare le pezze giustificative. Basterà indicarne gli importi nel foglio “Spese coperte da altre risorse” inserito nell’Allegato 2 Modulo di Rendiconto.

Si tratta di un’autodichiarazione a norma di legge delle spese coperte da altre risorse.

9. Possiamo includere nel totale del progetto spese che sono stati finanziati con il contributo di altre organizzazioni/finanziatori?

SI. Le spese finanziate con il contributo di altre organizzazioni/finanziatori possono essere contabilizzate nel foglio “Spese coperte da altre risorse” inserito nell’Allegato 2 Modulo di Rendiconto.

Per queste spese non sarà necessario presentare le pezze giustificative trattandosi di un’autodichiarazione.

10. Dove dobbiamo obbligatoriamente riportare la dicitura SUP_XXXXXX SCENA UNITA- BANDO PROGETTI 2021?

La dicitura SUP_XXXXXX SCENA UNITA- BANDO PROGETTI 2021 deve essere obbligatoriamente apposta sulle fatture in originale e/o sulla documentazione fiscalmente valida in originale che saranno imputate al contributo di Scena unita. Non è necessario che quelle finanziate con altri fondi presentino questa dicitura.

N.B. Si ricorda di sostituire le X con il numero della domanda.

11. Abbiamo alcune fatture e/o documentazione fiscalmente valida sulle quali non è stato possibile riportare la dicitura SUP_XXXXXX SCENA UNITA- BANDO PROGETTI 2021. Come possiamo fare?

Per quanto riguarda le fatture elettroniche è necessario fare una copia cartacea della stessa ed apporre manualmente sulla copia la dicitura SUP_XXXXXX SCENA UNITA- BANDO PROGETTI 2021. Inoltre, bisogna compilare ed allegare alla copia della fattura la Dichiarazione sostitutiva ai sensi del DPR 445/2000 con la quale l’organizzazione attesta che i) Non è stato possibile, a tempo debito, procedere con l’apposizione della dicitura SUP_XXXXXX SCENA UNITA- BANDO PROGETTI 2021 sulla fattura elettronica originale; ii) La fattura n° XXXXX del fornitore XXXXX non viene presentata a valere su altri contributi diversi dal contributo a fondo perduto di Scena Unita.

Per quanto concerne le fatture non elettroniche e/o per la documentazione fiscalmente valida, la dicitura SUP_XXXXXX SCENA UNITA- BANDO PROGETTI 2021 può essere apposta manualmente sugli originali per quelle spese che saranno imputate al contributo di Scena unita. Non è necessario che quelle finanziate con altri fondi presentino questa dicitura.

N.B. Si ricorda di sostituire le X con il numero della domanda.

12. Abbiamo documentazione fiscalmente valida sulla quale, per la sua natura, non possiamo indicare la dicitura del progetto SUP_XXXXXX SCENA UNITA- BANDO PROGETTI (esempio: F24 per il pagamento dei contributi, cedolini paga). Come posso fare?

La dicitura SUP_XXXXXX SCENA UNITA- BANDO PROGETTI 2021 deve essere apposta manualmente sull’originale della documentazione fiscalmente valida che sarà imputata al contributo di Scena unita ove possibile.

Nel caso, ad esempio, degli F24 per il pagamento dei contributi all’F24 andrà obbligatoriamente allegata una Dichiarazione sostitutiva ai sensi del DPR 445/2000 con la quale l’organizzazione attesta la quota parte con il dettaglio delle persone prese in carico con i fondi di Scena Unita. Non è necessario che quelle finanziate con altri fondi presentino questa dicitura.

13. Nel caso del pagamento dei collaboratori e dei professionisti con ritenuta d’acconto come possiamo fare per apporre la dicitura SUP_XXXXXX SCENA UNITA BANDO PROGETTI 2021?

In caso di prestazioni occasionali con ritenuta d’acconto il collaboratore e il professionista è obbligato a emettere regolare fattura/ricevuta. L’organizzazione deve quindi chiedere di inserire in fattura/ricevuta la dicitura SUP_XXXXXX SCENA UNITA BANDO PROGETTI 2021 prima della sua emissione. Oltre alla fattura bisognerà presentare copia del pagamento dell’F24 e tutta la documentazione come riportato al punto 11 delle presenti FAQ.

14. Cosa si intende per “altri strumenti di incasso o di pagamento idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni (L.136/2010, art. 3, commi 1 e 3 e successive modificazioni” come indicato all’articolo 3 dell’Accordo di concessione contributo a fondo perduto?

Oltre al bonifico bancario o postale (che comunque dovrà essere prodotto in stato di eseguito con indicazione del CRO), sono ammessi strumenti di pagamento differenti purché idonei ad assicurare la piena tracciabilità della transazione finanziaria. Sono quindi ammessi quali altri strumenti di incasso o di pagamento:
a) Ricevute Bancarie (Ri.ba) a condizione che la fattura di spesa venga quietanzata con apposizione del timbro di avvenuto pagamento e vidimato dal soggetto fornitore. Alla documentazione dovrà essere allegato l’estratto conto bancario con l’addebito e la nota di dettaglio della Ri.ba.
b) Rapport Interbancario Diretto (RID) a condizione che la fattura di spesa venga quietanzata con apposizione del timbro di avvenuto pagamento e vidimato dal soggetto fornitore;
c) Assegno bancario e/o postale salvo il rispetto delle seguenti condizioni:
1. i soggetti destinatari del pagamento non siano in grado di accettare pagamenti a valere su un conto corrente (o conto di pagamento);
2. il conto su cui vengono tratti i titoli sia un conto dedicato ai sensi dell’art. 9, comma 6. Del Bando;
3. i predetti titoli vengano emessi muniti di clausola di non trasferibilità;
4. allegando copia dell’assegno;
5. allegando dichiarazione da parte del soggetto fornitore di avvenuto pagamento.
d) Carte di credito (con esclusione delle carte di credito prepagate) queste ultime dovranno essere carte di credito intestate all’organizzazione ovvero con addebito sul conto corrente. Alla documentazione dovrà essere allegato l’estratto conto mensile dove figura il pagamento di riferimento e l’estratto conto bancario con l’addebito del totale delle carte di credito.
e) Carte di debito (Pagobancomat) queste dovranno essere carte di debito intestate all’organizzazione ovvero con addebito sul conto corrente dell’organizzazione.

SONO ESCLUSI TUTTI I PAGAMENTI IN CONTANTI.

15. Abbiamo effettuato un pagamento in contanti di 200 euro netti e il fornitore ci ha controfirmato in ricevuta la data del pagamento. Questa spesa è ammissibile sui fondi di Scena Unita?

NO. I pagamenti in contanti non sono MAI ammissibili sui fondi di Scena Unita, indipendentemente dall’importo e dalla natura della spesa. Sul contributo a fondo perduto di Scena unita sono ammissibili solo pagamenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni. Vedi punto 11 delle presenti FAQ.

Gli importi di queste fatture e/o documentazione fiscalmente valida possono essere contabilizzati nel foglio “Spese coperte da altre risorse” inserito nell’Allegato 2 Modulo di Rendiconto. Per queste spese non sarà necessario presentare le pezze giustificative trattandosi di un’autodichiarazione.

16. Abbiamo effettuato un pagamento in contanti, possiamo finanziare questa spesa con altre risorse diverse dal contributo a fondo perduto di Scena Unita?

SI. Gli importi di queste fatture e/o documentazione fiscalmente valida possono essere contabilizzati nel foglio “Spese coperte da altre risorse” inserito nell’Allegato 2 Modulo di Rendiconto.

Per queste spese non sarà necessario presentare le pezze giustificative trattandosi di un’autodichiarazione.

17. Nel caso di rimborsi a soci dell'associazione per acquisti effettuati da loro per nome e per conto dell’organizzazione (es. acquisto di materiali con fattura intestata all’organizzazione ma pagata in contanti dal socio che ha anticipato tale spesa), se il rimborso viene effettuato con bonifico bancario al socio, allegando un modulo di richiesta di rimborso con tutti i riferimenti al progetto e all'attività, tale costo è da considerarsi ammissibile?

NO. I pagamenti in contanti non sono MAI ammissibili sui fondi di Scena Unita, indipendentemente dall’importo, da chi li sostiene e dalla natura della spesa. Sul contributo a fondo perduto di Scena Unita sono ammissibili solo pagamenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni. Vedi punto 11 delle presenti FAQ.

Gli importi di queste fatture e/o documentazione fiscalmente valida possono essere contabilizzati nel foglio “Spese coperte da altre risorse” inserito nell’Allegato 2 Modulo di Rendiconto. Per queste spese non sarà necessario presentare le pezze giustificative trattandosi di un’autodichiarazione.

18. Nel caso dei pagamenti dei contributi INPS Ex Enpals e per le ritenute d’acconto si effettua un unico pagamento mensile attraverso un modulo F24. Quale documentazione dobbiamo presentare oltre all’F24?

Oltre all’F24 mensile si devono presentare:
1.le fatture emesse dall’artista/tecnico o la ricevuta firmata in caso di collaborazione occasionale nella quale sono indicate le quote di ritenuta d’acconto ex enpals con relativa copia di bonifico.
2. Una Dichiarazione sostitutiva ai sensi del DPR 445/2000 con la quale l’organizzazione attesta la quota parte corrispondente alle fatture e/o ricevute di riferimento.

19. Le variazioni fra le voci di spesa possono essere apportate, in sede di rendicontazione, nel limite massimo del +/- 20% della spesa complessiva ammessa". Nel caso in cui il costo totale del progetto sia superiore a quanto indicato nel preventivo dobbiamo considerare comunque come riferimento il totale indicato in fase di presentazione della domanda, anche se rendiconteremo un totale maggiore a quello previsto?

SI. Le variazioni fra le voci di spesa posso essere apportate nel limite massimo del +/- 20 della spesa complessiva ammessa e non sull’importo totale rendicontato.

20. È possibile apportare modifiche rispetto alla ripartizione iniziale del budget tra soggetto capofila e partner oppure deve essere rigidamente rispettata la ripartizione iniziale?

In merito alla ripartizione iniziale del budget se alcune spese in carico al capofila le sostiene il partner o viceversa non interviene una modifica sostanziale.
È quindi possibile apportare modifiche alla ripartizione prevista nel budget iniziale purché il partenariato sussista, ovvero che il partner continui a sostenere una parte delle spese.

21. È possibile per il soggetto capofila trasferire, a mezzo bonifico bancario, una quota parte del budget ai partner di progetto per procedere con le attività?

SI. Il soggetto capofila può trasferire somme al partner purché tutti i passaggi siano debitamente documentati e la documentazione fornita in fase di rendicontazione finale.

22. In merito alle azioni di visibilità riportate all’articolo 7 dell’Accordo di concessione contributo a fondo perduto, cosa devo fare se il mio evento (o una parte di esso) è stato realizzato e non sono riuscita a recepire le linee guida della visibilità?

L’organizzazione che non ha potuto recepire le linee guida della visibilità prima della realizzazione dell’evento, si impegna comunque nel rispettarle in caso di attività di visibilità di post-produzione.

23. Cosa si intende per le variazioni fra le voci di spesa possono essere apportate, in sede di rendicontazione, nel limite massimo del +/-20% della spesa complessiva ammessa. Tali variazioni devono rispettare obiettivi, finalità e contenuti del progetto presentato e ammesso.

In sede di rendicontazione l’importo di ogni singola area di attività può variare nel limite massimo del +/- 20% della spesa complessiva ammessa rispetto a quanto previsto nel budget di progetto.

Ad esempio, per un totale di progetto di 60.000 la variazione massima per ogni area di attività è pari a 12.000 € (20% di 60.000 €).

24. All’articolo 3 dell’Accordo di concessione contributo a fondo perduto la frase "i termini di consegna e le modalità di pagamento" sembra essere riferita all'evidenza di pagamento, ma temiamo che sia complesso includere nella causale del bonifico tali informazioni. È possibile che queste informazioni siano indicate nella fattura, contratto di fornitura o preventivo invece che nel documento di evidenza del pagamento?

SI. Segnaliamo che nel contratto, a questo punto, è presente un errore: “i termini di consegna e le modalità di pagamento” non si riferiscono al punto II. Evidenza di pagamento ma bensì al punto I. copia delle fatture e/o documentazione fiscalmente valida.
I termini di consegna e le modalità di pagamento devono quindi essere indicati in fattura e/o nella documentazione fiscalmente valida. Nell’evidenza di pagamento bisognerà invece indicare il numero di fattura e il nome del fornitore.

Ottieni il tuo finanziamento

Richiedi
INFORMAZIONI

Bando Progetti

Bando Emergenza

Rimani
AGGIORNATO
Iscriviti